giovedì 21 giugno 2012

Di albicocche, marmellate, crostate e ricordi


....ovvero, la dolcezza e la poeia delle cose semplici!
perchè hai voglia ad inventarti dolci e piatti particolari e ricercati!
A me le cose essenziali e genuine piacciono più delle altre, perchè spesso hanno tanto gusto e sono ricche di tradizione, anche solo famigliare, e di ricordi!
E già solo per questo non stancano mai!


Di marmellate questa primavera ne ho fatte tre, di fragole, di ciliegie e di albicocche!
Quest'ultima è la mia preferita! Da sempre!
Mi ricorda le piacevoli colazioni in terrazzo da bambina, a base di fette biscottate con la mamellata di albicocche di mia madre, in compagnia di mia sorella e dei miei cugini.
Mi sembra di aver conservato integro il ricordo del profumo e della bontà di quella marmellata, nonchè il ricordo della leggerezza dell'infanzia!
E così ogni anno, anche se è sempre più difficile trovarne di veramente buone, la marmellata di albicocche è per me una priorità assoluta!
E mi piace che sia al naturale: frutta, zucchero e stop!
Quest'anno per ogni Kg di albicocche ho aggiunta 600 g di zucchero. Il procedimento che utilizzo per la realizzazione potete leggerlo qui e qui.


I barattoli mi piacciono vestiti a festa, con pizzi e merletti!...ma...non ho potuto aspettare! 
Una parte l'ho utilizzata subito per farcire una crostata sana e leggera con frolla all'olio.
Ho fatto il mio solito impasto, nel quale ho sostituito il burro con lo stesso quantitativo di olio di semi di mais. 
Niente di più semplice!

Gli ingredienti necessari per una crostata sono:
250 g di farina 00
1 uovo intero + 1 tuorlo
125 g di zucchero
la buccia di 1/2 limone grattugiata
50 g di olio di semi di mais
2 cucchiai di latte (solo se occorrono!) 
1 cucchiaino di lievito per dolci
6 cucchiai di marmellata di albicocche
zucchero a velo


Come preparare la crostata:
Per la frolla basta impastare tutti gli ingredienti insieme, aggiungere un po' di latte solo se l'impasto dovesse sembrarci troppo duro e difficilmente amalgamabile. Formiamo una palla che lasceremo riposare in frigo per 30 minuti. Accendiamo il forno a 180°. Riprendiamo l'impasto, lo stendiamo su un foglio di carta forno, lasciandone da parte 1/3 (anche meno!) per formare la griglia. Trasferiamo la base sullo stampo aiutandoci con la carta, la farciamo con circa 6 cucchiai di marmellata e disponiamo le striscioline sulla superficie. Inforniamo per 30 minuti.
Lasciamo raffreddare su una gratella per dolci e spolverizziamo leggermente con dello zucchero a velo.


E a proposito dell' ultimo post...vi ricordate il serpente?
Purtroppo è caduto vittima della scopa del vicino di casa....del resto non c'è stato verso di far intervenire qualcuno che potesse allontanarlo con altri metodi!
Sembrava che la questione non fosse di competenza di nessuno e nonostante le molteplici telefonate a destra e a manca, ci siamo dovuti arrangiare da soli!

Questa ricetta è stata provata da Barbara del blog OcaGattoLetto .

50 commenti :

  1. che bei ricordi e ottima ricetta, complimenti

    RispondiElimina
  2. Si lascia sempre mangiare benissimo la crostata!!!!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  3. concordo sulle cose genuine e il valore che i ricordi danno alle semplici cose, simile al mio post sulle crostatine con le albicocche della mia infanzia!!! una fetta della tua crostata sarebbe stata adorabile per colazione!! però, povero serpente morire sotto una scopa :(

    RispondiElimina
  4. Che aspetto coccoloso la tua crostata! Anche a me piace la marmellata di albicocche. Purtroppo in casa mia era sempre marmellata di pesche, perché quello dove abito è (o meglio, era) il paese delle pesche e delle fragole (ma le fragole si vendevano quasi tutte!), così mi riuscivo a mangiare la marmellata di albicocche solo ai campi estivi, industriale, naturalmente.
    Faccio raramente la frolla perché mi riesce sempre durissima: mi dicono che la lavoro troppo e che ho le mani troppo calde. Dici che mi serve un robottino?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "riuscivo", non "mi riuscivo": è rimasto un "mi" di una frase cancellata, sorry.

      Elimina
    2. Ciao Barbara! Io ho constatato che le crostate mi vengono meglio quando sono di fretta! Quindi sarà proprio così, non bisogna impastarle a lungo! Ma credo che questo discorso valga soprattutto per la frolla al burro, perchè è questo che risente del calore di una lunga lavorazione, rendendo l'impasto poco friabile. Per lo stesso motivo non credo che il robot sia opportuno, perchè surriscalda ancor più delle mani!
      In questa frolla c'è l'olio però!...anche se io ho cercato di impastare velocemente anche in questo caso!
      Un abbraccio e fammi sapere! ;)

      Elimina
    3. Allora vado di olio! Poi ti dico cosa ne è uscito.

      Elimina
  5. quella di albicocche è una delle poche che mangio, nella crostata mi fa impazzire... complimentiiiiiiiii!

    RispondiElimina
  6. La pensiamo allo stesso modo, le preparazioni più semplici, di casa, che ti riportano ai sapori di sempre, sono quelle che amo di più e anche per me la marmellata preferita, la più gettonata pure dalle figlie, è di albicocche. Non la faccio io perchè mia madre, che ha tanti alberi, me ne manda a quintali ma è una grande soddisfazione vedere poi tutti i barattoli da ordinare in dispensa, tu poi li hai anche impreziositi con pizzi e merletti.
    La crostata? Un must intramontabile!
    Buona giornata, ti abbraccio!

    RispondiElimina
  7. Sono semplice, adoro circondarmi di cose semplici, mangio cose semplici :)
    ..anch'io ricordo con tanta nostalgia la merenda della nonna fatta di pane e marmellata.
    La crostata piace a tutti, profuma di casa e tradizione. Mi hai fatto venir voglia di.. mettere le mani in pasta!!!
    Un abbraccio carissima e tanti tanti baci!!!!!!!

    RispondiElimina
  8. che bello cucinare in compagnia dei ricordi...il solo profumo delle cose mangiate da piccole ci riportano a quella serenità respirata...a quelle atmosfere dolci e piene d'amore...come ti capisco mia cara Emanuela e questa crostata è a dir poco perfetta!!!!!!Ti abbraccio forte
    e un pensiero anche per il serpente!!!!

    RispondiElimina
  9. Cucinare i piatti del ricordo è veramente un'esperienza indimenticabile. Bellissima crostata e foto strepitose

    RispondiElimina
  10. Che bellezza questa crostata, sembra un sogno!!! è perftta!!

    RispondiElimina
  11. Mamma che buona! La vedo perfetta per la mia colazione e pure per la merenda! Me la farei fuori in un giorno... Baci!

    RispondiElimina
  12. la crostata con la marmellata di albicocche è il top... piace a tutti e in tutti i momenti della giornata...sa di casa e cose buone ;-)

    RispondiElimina
  13. Meravigliosa! Complimenti un classico che non stamca mai

    RispondiElimina
  14. Non c'è niente di più buono di una realizzazione fatta in casa, frutta fresca e zucchero per una marmellata speciale.. bellissima e golosa la tua alle albicocche in questa crostata! un abbraccio ema e buona mattina:*

    RispondiElimina
  15. lo dico sempre:"le cose semplici sono le migliori!"
    come vedo qui è verissima questa affermazione
    niente di semplice, niente di più buono!!
    baci

    RispondiElimina
  16. Ossignurrrr ma quanto è bella anche a vedersi.. e ne immagino profumo e sapore.. baci .-)

    RispondiElimina
  17. Ben venute ragazze!
    Grazie per la vostra sempre gentilissima presenza! Vi offro volentieri una fetta della mia crostata!
    Trascorrete una bella giornata! :)

    RispondiElimina
  18. Non ho mai fatto la frolla con l'olio, ma e' friabile lo stesso? Proverò perche l'aspetto della tua crostata fa venire l'acquolina in bocca e poi a quest'ora!
    A presto
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina! Si, è friabile e per i miei gusti il sapore è anche più buono! Prova! ;)
      Un bacione e grazie!

      Elimina
  19. che buona,anche io per ora sono alle prese con le albicocche,ne ho due alberi e quindi marmellata a gogò e dolci a base di albicocche.
    baci

    RispondiElimina
  20. buona...mi pare di sentirne il profumo....Lory

    RispondiElimina
  21. Caspita! Mi riferisco al serpente! Da animalista convinta, mi spiace per la brutta fine che ha fatto, ma certo, non poteva passare le sue giornate nei vostri giardini e se nessuno era in grado di dirvi cosa fare, purtroppo non c'erano altre soluzioni.
    La crostata mi piace un sacco. Mi incuriosisce la frolla senza burro, voglio provarla, sicuramente l'olio è più salutare del burro.
    Ottima la tua marmellata, nella crostata, secondo me, dà il massimo! :-)
    Un bacione

    RispondiElimina
  22. deve essere una vera delizia , ciao

    RispondiElimina
  23. Post bellissimo, marmellata favolosa e torta da URLO!!!!
    Sei sempre una sicurezza!!!
    Bacioni
    P.S. mi spiace per il serpente, ma almeno non sei più reclusa!!!

    RispondiElimina
  24. Meravigliosa!
    Sono d'accordo con te, l'ho scritto tante volte anche nei miei post il dolce che racchiude tanti bei ricordi è la crostata con la confettura fatta in casa.
    Io ho iniziato con la confettura di pesche, vedremo se avrò tempo e voglia per le altre.

    RispondiElimina
  25. mi apice la versioen di questa frolla, dev'essere molto buona! devo assolutamente provarla quindi me la segno!! e devo decidermi a fare una buona marmellata...sicuramente la differenza si sente! complimenti per la ricetta che è deliziosa

    RispondiElimina
  26. Ma che bella è questa crostata! In effetti ricorda molto l'infanzia, le nonne e le mamme che preparano la merenda... Mi fai venire un sacco di nostalgia, Emanuela!!:)
    Ottimo anche il fatto che la frolla sia all'olio, non so tu ma io d'estate il burro non lo posso soffrire, lo tengo aperto due giorni e mi sembra che stia già andando a male..
    Te la ruboooo!

    RispondiElimina
  27. Concordo con te, trovare delle albicocche veramente buone e mature al punto giusto è sempre più difficile... ma la tua crostata è perfetta!!!

    RispondiElimina
  28. anche per me la crostata di albicocche ha il fascino dei ricordi, e questa sa proprio di casa!

    ciaooo
    roberta

    RispondiElimina
  29. non si rinuncia mai ad una bella fetta di crostata!! :) adoro la marmellata di albicocche!! :) un bacione, buona serata! :)

    RispondiElimina
  30. o mamma.. mi ero persa il post del serpente ma meglio così (io ho la totale fobia!!)
    quanto alle cosse più genuine non posso che essere d'accordo con te :-)
    e questa crostata si presente cosi bene!

    RispondiElimina
  31. ma che bella ricettina!! ti va di partecipare al mio contest?
    http://dolcizie.blogspot.it/2012/04/lalbero-goloso-una-dolce-raccolta.html
    ciao
    Samaf

    RispondiElimina
  32. mmmmh, la marmellata di albicocche!
    Quella della mia mamma era spettacolare:lei non usava il frullatore a immersione per cui capitava di trovare nella marmellata spicchi di albicocche che si scioglievano in bocca....
    A presto, Claudette

    RispondiElimina
  33. che crostata meravigliosa, non ho mai provato la frolla con l'olio, è l'ideale per me che dovrei evitare il burro
    è sempre un piacere leggerti e trovare nuove idee

    RispondiElimina
  34. Yum che meraviglia! E' vero la marmellata di albicocche è la marmellata per eccellenza, a me piace proprio coi pezzi di frutta, ultimamente non se ne trovano più così!
    A presto bella, un bacione:**

    RispondiElimina
  35. Mi dispiace per il "serpente", mi dispiace perchè quando servirebbero persone competenti preposte alla difesa del cittadino c'è il vuoto, ma tant'è :-( Però poi ci sono i profumi, i ricordi di un'infanzia serena, la voglia di riprovare quelle sensazioni, chiudere gli occhi e sognare... ed ecco arrivare una marmellata, una semplice marmellata, albicocche e zucchero, come una volta ed il miracolo si compie. Buon fine settimana Emanuela, hai sognato il mio (o la mia? ) cheesecake? ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho dormito poco la scorsa notte...sai , il caldo....Quindi l'ho sognato ad occhi aperti! :)

      Elimina
  36. La marmellata di albicocche è anche la mia preferita. Non si batte.

    Nella tua crostata poi sembra ancora più buona. :-)

    RispondiElimina
  37. La crostata, insieme alla ciambella e alla torta di mele, resta sempre nella top dei miei dolci preferiti per la colazione e non solo. E di albicocche è quella che più di tutte profuma di dolcissimi ricordi. È bellissima quella griglia e la frolla all’olio mi piace un sacco. Un bacione, buon we

    P.S. un po’ mi dispiace per la brutta fine del serpente ma lo scaricabarile di chi avrebbe dovuto essere di competenza non mi sorprende più di tanto. Finisce sempre così!

    RispondiElimina
  38. Rimango sempre colpita quando un sapore, o un profumo ci rapiscono per qualche istante, facendoci tornare in luoghi che abbiamo quasi dimenticato. E' una cosa magica rivivere i ricordi attraverso queste cose. Hai espresso benissimo questa sensazione, ero proprio li insieme ai tuoi cugini a mangiare la crostata, e ho ripensato pure ai miei, bambini.

    Un abbraccio

    Viviana

    RispondiElimina
  39. hai proprio ragione, non c'e' niente di cosi' buono quanto una bella fetta di un dolce semplice tradizionale... proprio come una bella fetta della tua crostata!

    RispondiElimina
  40. troppo golosa..ne mangerei volentieri una fetta! buon we..

    RispondiElimina
  41. Elle est sublime et si parfaite:) Bon week-end;)xxx

    RispondiElimina
  42. te ha quedado de lujo una gran delicia,abrazos y abrazos.

    RispondiElimina
  43. Grazie Emanuela! È una ricetta che consiglierò a tutti!

    RispondiElimina
  44. ho fatto ieri questa crostata e devo dire che è di una squisitezza unica...friabile...mmh una vera bontà!! grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lina! Sono contenta che ti sia piaciuta! :)
      Un abbraccio!

      Elimina