mercoledì 16 ottobre 2013

Vichyssoise


Buongiorno!
Da oggi (...anzi, da ieri!) si riapre ufficialmente in casa mia la stagione delle vellutate!
E si parte in grande stile, con una delle più classiche, la Vichyssoise, creata a New York da un cuoco francese!
Ora, c'è da specificare che normalmente non ricorro a nomi tanto impegnativi e altisonanti per una semplice vellutata di ortaggi...e anche se gli ortaggi in questione altro non sono che porri e patate come nel caso della Vichyssoise....sempre di vellutata di solito si parla!
Ma avendo in questo caso attinto ad una classicissima ricetta, tratta dal libro de Le Cordon Bleu, la celebre scuola di cucina parigina, che prevede l'aggiunta di brodo di pollo e panna fresca, non potevo che chiamarla col nome che le è proprio!
A domani!


Vichyssoise

Ingredienti per 2 persone
2 porri
1 patata
1 costa di sedano
25 g di burro
500 ml circa di brodo di pollo ben filtrato
80 ml di panna fresca
2 cucchiaini di panna montata
sale e pepe
erba cipollina fresca

Procedimento
Affettiamo i porri dopo aver eliminato le foglie esterne e la parte più verde, li mettiamo in una casserula col burro e li lasciamo appassire a fiamma bassa. Saliamo leggermente e pepiamo, aggiungiamo la patata a cubetti e la portiamo a cottura. Aggiungiamo parte del brodo e frulliamo col minipimer a lungo fino ad ottenere la consistenza desiderata e regoliamo la densità col brodo. Versiamo la panna fresca e serviamo con un ciuffo di panna montata e erba cipollina sminuzzata, eventualmente anche con crostini di pane.

Note
Questa vellutata di solito si serve sia fredda...ma a qualcuno piace calda... e anche a me!


35 commenti :

  1. Anch'io adoro le vellutate...d'inverno sono un abbraccio contro il freddo!Ora vorrei prepararla di zucca visto che ne ho metà ad attendermi in frigo! ; )

    RispondiElimina
  2. BEH! E' da urlo Emanuela. Decisamente spaziale questa vellutata ... e hai fatto bene a indicarla con il suo giusto nome perché altrimenti non si potrebbero cogliere tutte le chicche fra burro, brodo di pollo e panna. Dev'essere decisamente golosa!!!
    Spero tu stia sempre bene e ti mando un caro bacione, Clara

    RispondiElimina
  3. Io adoro alla follia le vellutate..e questa è a dir poco strepitosa!! un bacione amica mia...Felice di rileggerti....

    RispondiElimina
  4. ma che meraviglioso colore che ha questa vellutata tres chic e golosisssssssima!!Non la conoscevo, come non provarla subito???!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  5. adoro le vellutate, e questa con ingredienti classici, ma ben presentata è fantastica ciao a presto

    RispondiElimina
  6. Tem um aspecto super delicioso,apresentação esta linda e já apetece comer
    bjs

    RispondiElimina
  7. E poi il francese fa molto chic :P Che bell'aspetto che ha...sarebbe il mio pranzo ideale :)
    Ti abbraccio :*

    RispondiElimina
  8. ha un aspetto meraviglioso..... quei crostini, poi! viene proprio da pucciarceli dentro!!

    RispondiElimina
  9. Ahhh da me sono iniziate da un pezzo e questa cara mia me la salvo proprio, la aggiungo alla lista:-) Chissà che bontà. Un abbraccio forte forte!

    RispondiElimina
  10. Per una vellutata così,è necessario un nome altisonante,non potevi fare altrimenti!La presentazione è raffinatissima e le foto stupende,complimenti Emanuela!Un bacione cara!

    RispondiElimina
  11. Io la prendo calda! le vellutate sono buone nella stagione fredda, di sera per scaldarsi!
    Una buona giornata Susy

    RispondiElimina
  12. Eh no Ema, questa si merita tutta l'altisonanza del nome! Brava, e bellisima la presentazione!
    Un bacio :)

    RispondiElimina
  13. Ciao Emanuela, mi piace servita in quella tazza, poi il tocco della panna montata sopra è divino!!!
    Fantastica!!!
    Bacioni, buon pomeriggio...

    RispondiElimina
  14. Chiamala come vuoi...è bella, bellissima in quella tazza....! Un bacione, amica mia

    RispondiElimina
  15. Bellissima Emanuela. Anche io sono un fan delle vellutate! :-)

    RispondiElimina
  16. buonissima questa vellutata, credo che opterò anche io per la versione calda!
    un abbraccio Linda

    RispondiElimina
  17. la faccio speso anch'io ma senza le patate,visto questa brutta intolleranza che ho....foto bellissima:)

    RispondiElimina
  18. Ciao Emanuela, che dirti, a me piace tantissimo questa vellutata. Il suo nome, anzi solo il suono del suo nome mi convince totalmente. :) Da fare assolutamente. Seguirò con piacere la tua stagione delle vellutate e metterò in pratica.
    baci
    Ada

    RispondiElimina
  19. questa è una delle mie preferite, sono felice sia arrivato il momento di gustarla ! Un abbraccio...

    RispondiElimina
  20. Personalmente non sono un amante dei primi piatti diciamo..liquidi... ma fanno eccezione le velluatate. Per me è una cosa meraviglio e questa la prima in quanto adoro i porri.
    Grazie e buona giornata.

    RispondiElimina
  21. grazie Emanuela!!!!!! un abbraccio Lory

    RispondiElimina
  22. Piace molto anche a me la vellutata porri e patate, ma questa è la Vichyssoise. :)
    Le foto sono meravigliose.

    RispondiElimina
  23. la facevo da ragazzina, forse una delle prime creme che ho preparato:-) in una versione un pochino più leggera con il latte...

    RispondiElimina
  24. Lo sai che adoro le vellutate e questa qui, così calorosa e cremosa.. è deliziosa :)
    un bacione bella :*

    RispondiElimina
  25. raffinatissima e cremosa. adoro le vellutate, Emanuela!
    un abbraccio
    MG

    RispondiElimina
  26. Che dire? La divorerei subito! Adoro le vellutate, o vichyssoise, non sia mai si offenda Le Cordon Bleu!, e la tua è favolosa! Un bacio

    RispondiElimina
  27. sai che non l'ho mai fatta x paura che il porro sia troppo forte??? ma è bellissima!!

    RispondiElimina
  28. Io l'ho fatta qualche volta la vellutata di porri e patate ma non sapevo avesse questo nome così difficile da pronunciare!!

    RispondiElimina
  29. Ottima idea per una delle prossime cene...più calorica di una normale vellutata di porri e patate ma sta arrivando il freddo ed abbiamo bisogno di calorie!!!
    Ciao
    Silvia

    RispondiElimina
  30. receita maravilhosa querida bjus

    RispondiElimina
  31. Fredda no ma calda super si!!!! Ha un aspetto meraviglioso! !!!

    RispondiElimina
  32. Oh si ho anche io quel libro e ho puntato diverse ricette.
    Finito il trasloco mi ci butto.
    Mi hai convinto del tutto tu con questa meraviglia.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  33. Anche io adoro le vellutate e la Vichyssoise in particolare. Ne faccio, però, la mia versione: senza panna ^_^ Malata di salutismo. Ottimo piatto, complimenti!!

    RispondiElimina
  34. Fantastica! Patate e porri è una delle mie preferite ♥ Con l'aggiunta di brodo e panna sicuramente è ancora più ricca e saporita, grande Manu !

    RispondiElimina
  35. Che meraviglia ^_^, stupende anche le foto!!!!!

    RispondiElimina