lunedì 22 agosto 2011

Crostata salata di giuncata con pere Coscia e pecorino, profumata al timo


Che caldo!
Proprio mentre si cercava di tornare alla normalità dopo le ferie e la rilassatezza ferragostiana è arrivato questo gran caldo che ha rallentato la ripresa, ai fornelli in particolare!

Nel tentativo di cercare un po' di refrigerio l'altro giorno, verso il tardo pomeriggio, io e mio marito siamo andati a fare una passeggiata nel verde della campagna circostante e ci siamo imbattuti in un agricoltore di nostra conoscenza che ci ha regalato un sacchettino di pere  della qualità Coscia.
Tornati a casa con questo inaspettato quanto gradito dono, mio marito ha sistemato le pere nel cestino e, all'ombra dell'ulivo del nostro giardino,  si è divertito a fotografarle, mentre io cercavo di alleviare la sete delle piantine accaldate.



E fulminea è scoccata la scintilla!

...No, no! Non per il caldo!
Ma per la ricetta che mi è balenata in testa improvvisamente!

Quando si vuole valorizzare al massimo un ingrediente si dimentica anche il caldo e la conseguente calura generata dal forno in cucina!




Devo dire che è valsa la pena di sopportare il forno acceso: questa torta salata sa essere versatile e  raffinata. Il sapore è particolare: ha tutto il gusto di uno dei più classici degli accostamenti, il formaggio con le pere.
Ho voluto valorizzare ulteriormente il contrasto tra i sapori dei due ingredienti accompagnando la crostata salata con del miele: io ho utilizzato un millefiori perchè ne ho uno ottimo prodotto da un apicoltore che ha le arnie su un terreno a fianco al nostro ( vi ricordate il noceto?) e che ha regalato a mio padre un barattolo della sua produzione.
Ma sarebbe interessente sbizzarrirsi con degli accostamenti più particolari!

Questa ricetta secondo me è adattissima per un "buffet speziale": automatica è stata l'associazione con la Raccolta Speziale lanciata da Libera del blog Accantoalcamino e Antonella del blog AT21, in vista del 9 ottobre 2011, Giornata Nazionale della persona con sindrome di Down.
Teniamoci liberi per quella data perchè si profilano sorprese all'orizzonte...intanto cuciniamo per il buffet e inviamo le ricette a Libera, o meglio...lasciamo il link della ricetta nel post di cui sopra!



Sono molto felice di partecipare!

Crostata salata di giuncata con pere Coscia e pecorino profumata al timo
Ingredienti

per la pasta
100 g di farina "0"
50 g di semola di grano duro
5 cl di birra
3 cl di olio di semi di mais
2 cl d'acqua
1 pizzico di sale
1 pizzico di lievito per torte salate 

per la farcitura
300 g di giuncata
5 pere Coscia
5 rametti di timo
1 uovo
2 cucchiai di parmigiano
2 cucchiai di pecorino
sale e pepe

inoltre
miele per accompagnare




Procedimento
Mescoliamo le due farine con il lievito e impastiamo aggiungendo gradualmente i liquidi: birra, acqua e olio di mais. Saliamo. Formiamo una pallina, la avvolgiamo con della pellicola e la riponiamo in frigo per il tempo necessario a realizzare la farcia.
Lavoriamo bene la giuncata con una forchetta, aggiungiamo l'uovo, il parmigiano, sale e pepe e le foglioline del timo, lasciando da parte solo un rametto.
Riprendiamo l'impasto e lo stendiamo su della carta forno. Lo adagiamo in una teglia e versiamo la farcia. Livelliamo bene e ricopriamo con le pere lavate ma non sbucciate, tagliate a fette sottili.
Saliamo leggermente le pere, proprio un pizzichino. Spolverizziamo col pecorino e le foglioline di timo rimaste. Inforniamo a 190° per una quarantina di minuti circa.
Lasciamo intiepidire e serviamo con del miele a piacimento.

Note
- Sono partita dall' impasto al vino che faccio spesso per le torte rustiche, ma ho sostituito il vino con la birra e ho aumentato un po' le quantità per avere una crosticina più alta.

28 commenti :

  1. Ciao1 un formaggio che non abbiamo ami avuto occasione di assaggiare, ma ci piace il constrasto dolce salato: una base molto particolare tra semola e birra, ed una farcia morbida e piccantina quasi!
    baci baci

    RispondiElimina
  2. Ciao cara ben tornata!!
    Che meraviglia di abbinamento!!
    La presentazione poi è stupenda!!
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  3. chissà come sarà buona! poi mi piacciono molto anche le foto :) a presto!

    RispondiElimina
  4. Il pecorino con le pere lo adoro, tempo fa avevo postato un risotto fatto con nquesti due ingredienti ed era delizioso, la tua torta salata lo sarà altrettanto. Un abbraccio e buonissima giornata

    RispondiElimina
  5. troppo buonaaaa!!! adoro il pecorino, abbinato alla pere ancor di più!!! bellissima!!! ;)

    RispondiElimina
  6. Al contadino non far sapere quant'è buono il formaggio con le pere! Mi piace sta crostata! Ti seguo! ;)

    RispondiElimina
  7. Un abbinamento davvero meraviglioso e raffinato cara! Sei stata molto brava, hai unito diversi sapori creando una crostata davvero sublime!! Che bravo maritino che hai che ti aiuta a fotografare :) buon inizio settimana carissima e un forte abbraccio

    RispondiElimina
  8. è davvero particolare questa ricetta!!! E che fortuna hai avuto: ricevere un sacchettino avrebbe fatto molto piacere anche a me, le pere coscia sono così carine :) che bello il modo in cui racconti le tue esperienze ;)

    RispondiElimina
  9. L'aspetto è molto invitante. Da provare.
    Mi ha incuriosito la pasta con la birra.

    RispondiElimina
  10. Che fantastico modo di utilizzare le pere coscia!!! Davvero molto chic questa ricetta, ottimi abbinamenti, di gran classe!!! bacioni

    RispondiElimina
  11. Una vera delizia, la faccio, grazie cara!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  12. Che spettacolo questa torta!

    RispondiElimina
  13. Grazie infinitamente per essere passata da me, perchè mi hai dato l'opportunità di scoprire il tuo meraviglioso blog!! Mi sono subito iscritta, così non rischio di perdermi le tue prossime realizzazioni e comincio con il copiarti questa crostata salata, semplicemente spettacolare, un connubio che mi ha davvero stregata, brava!!

    RispondiElimina
  14. Ma ti pare che io non vada a commentare un blog dove c'è un uomo santo e martire che deve fare da assaggiatore?? :))))

    RispondiElimina
  15. Preciso: il monumento da vive lo devono fare a noi che diamo la possibilità ad esseri qualunque di diventare santi e martiri. Che avevi capito? :)))

    RispondiElimina
  16. Io sono una chatapoche... non posso esimermi dall'invidiare il quadretto romantico del maritino che fotografa mentre tu innaffi il giardino, che posso farci? Sarà che non ho nemmeno il mio marito felino a consolarmi (i porcelli sono ancora in villeggiatura per evitare loro il caldo cittadino), ma a leggere la bellezza di certi momenti, mi torna il magone... ma c'è da dire, che una fettazza di torta risolleverebbe subito il morale :)

    Baci
    Mari

    RispondiElimina
  17. Che tenerezza quel cestino di pere nascosto tra i rami :) E che sogno dev'essere questa crostata salata, particolare e anche molto bella ^__^ Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  18. - Manuela e Silvia...la giuncata è una specie di ricotta mista, ma più soda. Ciao belle!
    - Carlotta...ora ho capito perfettamente :-) !!! Un bacio!
    - Mari...qui sono vietati i magoni! Ci vuole ottimismo, per recuperare le perdite di tempo! :-)))
    - Ragazze....grazie a tutte per essere state così carine da passare e grazie per i vostri bei commenti. Un bacione a tutte!

    RispondiElimina
  19. Meravigliosa crostata, da riproporre quanto prima!!!
    Splendido blog, mi sono aggiunta ai tuoi sostenitori!!!
    Un bacione!!!!

    RispondiElimina
  20. Fromage/poires et miel : un mélange des plus délicieux. Cette tarte doit être succulente.
    Je note.
    A très bientôt.

    RispondiElimina
  21. Complimenti, hai un blog bellissimo, molto elegante!
    Deliziosa la tua crostata salata, mi ha incuriosita e ingolosita.

    Baci

    Giovanna

    RispondiElimina
  22. Favolosa!!!! Non ci sono altre parole :D
    baciusssss

    RispondiElimina
  23. Ciao, eccomi quia sbirciare sul tuo blog che trovo molto ben fatto!!
    Questa icetta mi piace moltissimo e penso prorpio che la copierò!!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  24. Ciao, è la prima volta che passo di quà.
    Mi sono unita ai tuoi sostenitori.
    Bellissimo blog e molto interessanti le tue ricette, complimenti!
    Buona serata.

    RispondiElimina
  25. Ciao Emanuela, grazie davvero, una ricetta "Speziale"...come te, un abbraccio (prendo la foto) :-)

    RispondiElimina
  26. Grazieee, fantastica torta, ma ancora più fantastica perché dedicata ai nostri cuochi speziali!...Detto da una scimmia poi, ti puoi fidare :-)

    RispondiElimina
  27. Ciao questa crostata salata e' molto invitante lo dovrò provarlo..formaggio e pere un'ottima combinazione 😊

    RispondiElimina
  28. Buongiorno, pomeriggio pubblicherò la ricetta se vuoi darci un'occhiata..anch'io sono abruzzese abito a Raiano :) Buona giornata

    RispondiElimina